SCANDALISTI.COM

Arricchirsi con l'immigrazione: a Prato 15 arresti e 80 indagati fra commercialisti e consulenti del lavoro

Da 1.500 a 2.000 euro per un permesso di soggiorno. A usufruirne principalmente lavoratori cinesi per cui venivano prodotte, sotto lauto compenso, buste paga false e documenti per rimanere in Italia a lavorare nel distretto manifatturiero pratese. È quanto scoperto dalla Guardia di Finanza che in un anno di intercettazioni dei consulenti dello Studio Rosini (Prato) che tutelava l'interesse di 2.087 imprese e dello Studio Robbi che ne seguiva 858.

Le indagini sono partite dalla Strage di Via Toscana avvenuta il primo dicembre 2013, l'incendio di un capannone della ditta Teresa Moda nel quale persero la vita sette operai cinesi in condizioni di sfruttamento e in violazione delle leggi sulla sicurezza sul lavoro.

Tra gli arrestati il consulente del lavoro Filippo Rosini e il commercialista veronese Alberto Robbi. Secondo gli inquirenti il danno alle casse contributive è di oltre 5 milioni di euro.

Visto su: Corriere Fiorentino

Il video della sentenza della strage Teresa Moda

Foto: Il Tirreno